Coadiuvante delle terapie mediche tradizionali

I medici, gli ortopedici ma anche i dentisti sanno che difficilmente si può raggiungere un assetto corretto della colonna vertebrale o delle articolazioni mandibolari se il bacino non è in equilibrio. Il 90% delle persone destrorse che soffrono di disturbi all’apparato locomotore hanno un bacino disallineato che si manifesta nella così detta “gamba apparentemente più corta”. Questa è la risposta a coloro che si sono domandati perché l’orlo del pantalone o della gonna risulta più lunga da una parta rispetto all’altra: il bacino è inclinato. Questo squilibrio strutturale si ripercuote negativamente non solo sulle articolazioni ileo-sacrali (tra l’osso sacro e gli emibacini) ma su tutte le articolazioni del corpo, dai piedi fino alla testa e anche sulle articolazioni temporomandibolari. Un rialzo nella scarpa dalla parte della gamba apparentemente più corta anziché migliorare la situazione la peggiora in quanto non è la gamba che è realmente più corta ma è il bacino che non è in asse, e la differenza nella lunghezza delle gambe ne è semplicemente l’indicatore.

Le autoterapie ZILGREI®-Respiro-Dinamica specifiche sono in grado di riequilibrare il bacino con conseguente rilassamento della muscolatura dai piedi fino alla testa. L’efficacia ha trovato riscontro nella Tesi di laurea sperimentale in Ingegneria Biomedica, della dottoressa Laura Margheri, “Biomeccanica della correzione della sindrome della gamba apparentemente più corta con il Metodo di Autoterapia Zilgrei” conseguita presso l’Università di Pisa.

Secondo l’approccio della ZILGREI®-Respiro-Dinamica è impensabile affrontare i problemi dell’apparato locomotore, indipendentemente se sono nella colonna vertebrale o in altre articolazioni, senza coinvolgere anche il bacino. Sarebbe come curare solo i sintomi ma non le cause.